ORARIO LAVORATIVO: LUNEDÌ-VENERDÌ 08:00-19:00EMAIL: info@animoveterinario.itTELEFONO: +39 333 5008245

Lubbio e Michele erano due amici inseparabili. Purtroppo quasi un anno fa Michele (il gatto grigio) si e’ ammalato e un brutto tumore ce lo ha portato via, aveva 8 anni. Lubbio era cresciuto con lui, erano molto legati e quando e’ rimasto solo ha iniziato a cambiare comportamento, gli mancava il compagno..come mancava a noi d’altra parte. Pensiamo che non sia un caso che proprio in questo periodo di depressione Lubbio si sia ammalato: ha iniziato con un semplice raffredore, poi con la febbre alta e difficolta’ a respirare. Le prime cure omepatiche della dottoressa Alda Grossi non davano risultati e noi per abbassare la febbre, che era arrivata a 41, abbiamo fatto una cura di antibiotici. Il gatto ha iniziato effettivamente a stare meglio ma dopo il ciclo di antibiotici la situazione e’ tornata esattamente come prima! A quel punto Alda ci ha prescritto delle analisi da fare e abbiamo scoperto che il gatto era FELV positivo. La dottoressa Grossi ci ha dato i rimedi per fronteggiare la malattia e per tirarlo su di morale.

Il risultato? Sono passati 7 mesi e Lubbio si e’ ripreso alla grande! Seguendo alla lettera i consigli della dottoressa e “ascoltando” di piu’ il nostro gatto, abbiamo raggiunto degli ottimi risultati. Il gatto non ha avuto piu’ ricadute, mangia ed e’ di nuovo bellissimo, e’ diventato un gatto socievole e ha ripreso la sua vita spensierata.

Nelle foto si vedono Lubbio, Michele e il loro forte legame. Mentre nelle ultime due si vede Lubbio da solo: sono state scattate qualche giorno fa e sembra un gatto in perfetta salute.

Questo sito usa i cookie per offrire agli utenti la migliore esperienza di navigazione. Accetta l'utilizzo secondo i termini della nostra privacy policy..

Alda Grossi


3 comments

  • Paolo

    25 Agosto 2013 at 15:56

    Usare l’omeopatia con gli animali è dememziale più che con gli uomini. L’omeopatia è solo effetto placebo e questo può esserci solo se il paziente è consapevole e convinto di star prendendo una medicina. I veterinari omeopatici andrebbero denunciati.

    Reply

    • Alda Grossi

      7 Settembre 2013 at 8:16

      Caro Paolo,
      denunciami pure, ho numerosi casi risolti e non sono l’unico veterinario omeopata.
      Io lavoro secondo scienza e coscienza, come molti altri colleghi di settore, ma certamente il mio concetto di “scienza” è molto diverso dal tuo, ed abbraccia – oltre al concetto del Placebo – anche quello del Nocebo (ne hai mai sentito parlare?). Dal mio punto di vista, considerando i numerosi ed oggettivi effetti collaterali dei farmaci chimici, è molto più diffuso l’effetto Placebo tra coloro che si curano allopaticamente. Viceversa, essendo dimostrata l’assenza dell’effetto placebo negli animali (e nelle cellule in vitro) e riscontrando effetti con le alte diluizioni in entrambi i casi, ritengo che proprio l’effetto Nocebo diffuso nelle persone come te, non permetta l’atteso risultato che di norma si ha con le sostanze diluite.
      Io dico sempre “provare per credere”, oltre che “studiare per provare”!
      Alla prossima!

      Reply

    • Daniela

      11 Settembre 2013 at 7:36

      Paolo mi chiedevo cosa ci facessi su un sito di omeopatia veterinaria… Sei forse curioso? In quel caso ti consiglierei di sperimentare l’omeopatia su di te o sui tuoi animali invece di parlare di qualcosa che chiaramente non conosci.
      La soluzione ai tuoi problemi non e’ offendere professionisti ne’ tantomeno le persone che hanno scelto consapevolmente di curarsi e curare i propri pelosetti in questo modo, anche perche’, fidati, se c’e’ un atteggiamento demenziale, ti assicuro che non e’ il mio….
      In ogni caso ti invito a conoscere il mio gatto e confrontarlo con un qualunque altro gatto affetto da FELV.
      In bocca al lupo e ti auguro …apertura mentale

      Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


2019 – Privacy Policy

Realizzato da BDF communication.

Questo sito web usa i Cookies per garantirti un'esperienza di navigazione migliore. Fai clic su "Accetto i Cookies" per continuare.