ORARIO LAVORATIVO: LUNEDÌ-VENERDÌ 08:00-19:00EMAIL: info@animoveterinario.itTELEFONO: +39 333 5008245

Alimentazione eccessivamente ricca a fine gravidanza che compromette un corretto svolgimento del puerperio

Salve!
Ho deciso di scrivere questa testimonianza perchè sono certa che sarà di aiuto a molti, sopratutto a quegli allevatori amatoriali che – come me – hanno a cuore per prima cosa il benessere dei proprio cani e dei cuccioli che mettono al mondo, che considerano membri della famiglia prima di tutto.
Abbiamo avuto da poco la terza cucciolata della nostra Ginger.
Gravidanza e parto sono andati bene e lei si è subito dimostrata una mamma attenta e amorevole, come sempre del resto.
Questa volta ha avuto 7 cuccioli, tutti nati di circa 250gr, sani e vitali.
Purtroppo però nei giorni seguenti al parto, i cuccioli non crescevano e, anzi perdevano peso costantemente, nonostante si attaccassero e la mamma avesse apparentemente latte sufficiente.
Molto preoccupata mi rivolgo alla Dott. Grossi, che tempestivamente fa la sua diagnosi: la mamma è bloccata, a livello epatico è disfunzionale perchè sovraccaricato da alimenti prettamente “chimici”,  e quindi non riesce a produrre latte sufficientemente energetico per i cuccioli, e la causa principale è l’ERRATA ALIMENTAZIONE.
Io, seguendo le classiche direttive veterinarie per le cagne incinte o in allattamento, le stavo dando croccantini puppy integrati con latte in polvere, più volte al giorno.
La Dott.ssa Grossi mi ha invece detto di cambiare completamente direzione, e di darle macinato e riso soffiato o pane in abbondante brodo di carne, in quanto tali alimenti sono “vivi” e molto più digeribili, favoriscono pertanto il corretto funzionamento del fegato e le fanno produrre il giusto latte per i suoi cuccioli. Il tutto poi coadiuvato dalla somministrazione di alcuni rimedi  omeopatici, finalizzati al drenaggio epatobiliare, naturalmente.
Beh, il cambiamento è stato repentino, dopo nemmeno 12 ore i cuccioli hanno cominciato ad acquistare peso e la cosa non ha fatto che migliorare!
Ora, ad una settimana dalla nascita i nostri amati cuccioli hanno superato abbondantemente i 300gr e sono sulla strada giusta per diventare belli e forti!
Ringrazio sentitamente la “nostra” dott.ssa Grossi, che come sempre riesce a capire e risolvere il problema, ed invito tutti a riflettere sul fatto che spesso tutto parte  da errate teorie consolidate che ahimè, sopratutto in campo veterinario, riguardano l’alimentazione, e che partendo proprio da qui si può davvero fare la differenza.

 

Alda Grossi


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


2019 – Privacy Policy

Realizzato da BDF communication.

Questo sito web usa i Cookies per garantirti un'esperienza di navigazione migliore. Fai clic su "Accetto i Cookies" per continuare.